Riflessi

Giovanni Bellini  ·  Madonna con il bambino in piedi su un parapetto  ·  1475 ca  ·  Museo di Castelvecchio  ·  Verona

Colpisce il rosso veneziano dei tessuti scambiati con l’oriente, l’amaranto che non scolora. Le mani della madre s’innervano in una presa lieve e conclusa. Il cielo, d’intorno, muove dal parapetto e si precisa nel ceruleo, levandosi appena. Un cielo terracqueo, riflesso di laguna. Graziano Spinosi

Hits the Venetian red of fabrics traded with the East, the amaranth that does not wither. Mother’s hands arrange oneself in a soft and concluded grasp. Sky around leaves from parapet and ends in cerulean, going up not much. A terraqueous sky, reflecion of lagoon. Graziano Spinosi

Il colore delle ombre

Giovanni Bellini · Doge Leonardo Loredan · 1501 · National Gallery · London

Disegnavano con specchi convessi, le prime lenti rudimentali e la camera obscura fin quando, agli inizi dell’Ottocento, la scoperta della fotografia allontanò molti artisti dalla terza dimensione. Cercavano la profondità, ma quando la strabiliante invenzione consentì di ottenere questo risultato, parecchi pittori dedicarono la loro ricerca a una rappresentazione più soggettiva della realtà: la luce fora la pelle dei corpi e li attraversa, illuminandone così anche la parte interna. Anche da questo affondo nel buio nascerà l’Impressionismo, il colore delle ombre. Graziano Spinosi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.