Terra rossa

Pontormo  ·  Annunciazione  (p)  ·  1527-28  ·  Chiesa di S. Felicita  ·  Cappella Capponi  ·  Firenze

Il tempo guasta la pelle dei dipinti, ossida le tinte, sgretola le mestiche: le opere d’arte mutano il loro aspetto e rivelano nuovi colori, incertezze e segreti. Non è raro che le alterazioni causate dagli anni aggiungano nuove suggestioni: le opere dell’uomo invecchiano con l’uomo, ritornano alla terra delle sinopie. Graziano Spinosi

Time spoils the skin of the paintings, oxsidizes the shades, crumbles the undercoats: the artworks change their appearance and reveal other colours, hesitations and secrets. It is not uncommon that alterations caused by time add new suggestions: the works of man get old with the man and return to the land of the sinopias. Graziano Spinosi

Contrade

44.063169, 12.443557

C’è una casa che non sta bene. È vecchia, i secoli l’hanno indebolita. Qualche volta si possono udire voci che escono dalle fessure dei muri e si disperdono lungo gli angoli delle contrade. Cercano riparo in un’abitazione più sicura, o sottoterra, dentro qualche grotta di tufo. Ma le altre case sono chiuse e le grotte di tufo sigillate da pesanti porte di ferro. Se un terremoto colpisse questa casa, in apparenza abbandonata, nel crollo morirebbe anche quell’incorporeo che qui dimora. Graziano Spinosi

Scolpire il tempo

Si ritiene che il tempo di per sé favorisca la manifestazione dell’essenza delle cose. Perciò i giapponesi vedono un fascino particolare nelle tracce dell’età. Essi sono attratti dal colore iscurito del legno vecchio, dal muschio che copre la pietra o persino dall’usura, dai segni lasciati da molte mani sul bordo di un quadro. Questi segni di antichità vengono chiamati col termine saba, che alla lettera significa ruggine. La saba, quindi, è la ruggine autentica, il fascino dell’antichità, il marchio del tempo. Un elemento della bellezza come la saba incarna il legame tra l’arte e la natura. Andrej Tarkovskij · Scolpire il tempo

Reliquie

Christian Seybold  ·  Autoritratto ·  1761 ca  ·  Collezione Joseph Wenze  ·  Liechtenstein

Il pennello poggiato sull’orecchio riferisce di una sosta durante il lavoro. La tela, come accade spesso, diviene una reliquia consegnata a ignoti. Consiste in questo istante svelato l’oscenità degli autoritratti: l’artista dirige il suo sguardo a un tempo trascendente, popolato da chi non è ancora nato. Graziano Spinosi

Paintbrush placed on the ear tells of a break at work. Canvas, once again, is the shroud of a painter. A relic delivered to unknown persons and that safeguards a snippet of time: the obscenity  of the self-portraits is this unveiled instant. The artist directs his gaze to a trascendent time, populated by those not yet born. Graziano Spinosi

Capricorno delle case

Hylotrupes bajulus | Capricorno delle case

Un essere stanziale, operoso e introverso. Nato nella vena d’un albero morto, fin dai primi istanti di vita
adegua i suoi movimenti al breve territorio che gli è stato assegnato.
Nell’attesa di una metamorfosi, trascorre gran parte
della sua esistenza in forma larvale,
ricoverato nelle fistole che
scava sottopelle.
Al buio.

Graziano Spinosi

Posteri

Roman Opalka · Autoritratti 1965|2011

Siamo i posteri di avi che furono posteri e avi di posteri che saranno avi: vite dedicate all’onere della riproduzione e dell’autoconservazione. Casi biologici costretti all’avvicendamento; scagionati dall’appartenenza a una specie solo nei sogni notturni, dove la volontà è abolita. Nessuna provenienza, nessuna destinazione. Graziano Spinosi

Futuro anteriore

Alexander Calder · Il circo · 1961

Per il bambino le ore durano un’ora e i giorni ventiquattro ore. Negli anni la percezione del tempo assume proporzioni diverse: quando il passato del bambino si allontana, la lusinga di un futuro senza limiti incombe sull’adulto. Prima un rapporto spontaneo col tempo, poi un’agenda che amministra i minuti. L’adulto è preso dalle cose da fare, di rado da ciò che desidera. Anche il legame col presente cambia negli anni: cornice d’ogni momento nella fanciullezza, circostanza casuale nell’età adulta. Domani, domani. Graziano Spinosi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.